La Struttura

La Struttura

buffardi Vicepresidente: Erica Buffardi

Sono Erica Buffardi, 39 anni, laureata in giurisprudenza, ho esercitato la professione di avvocato fino al 2012, anno in cui ho iniziato a lavorare per un  Istituto di Credito. La motivazione che mi ha spinto ad impegnarmi è semplice e molto sentita perché mia cugina Mimma Panaccione ( per me anche sorella, madre, amica, complice) ha espresso la volontà di continuare a far vivere l’  Associazione tumore al seno metastatico - noi ci siamo Mimma ha lottato contro il dolore, la stanchezza, il pregiudizio, l’indifferenza e la paura della gente e armata di coraggio, carisma, integrità e determinazione ha fondato l’Associazione e l’ha presieduta raggiungendo traguardi importanti con e per le associate. Mimma ci ha lasciato ma è profondamente viva, presente più che mai per tenerci la mano ed illuminare con la sua luce il nostro cammino. Io sono qui perché quel percorso virtuoso che Lei ha iniziato, venga proseguito con lo stesso spirito: con resilienza, contro la disinformazione, sempre in lotta, ma con il sorriso sulle labbra a fianco delle battaglie per le metastatiche.

 

katia Consigliere: Katia Di Lucia

Avvocato civilista esperta nel diritto di famiglia, dei minori e della persona, facente funzioni di amministratore di sostegno, curatore e tutore. Per tre anni sono stata vicepresidente della sezione territoriale di Cassino della Camera Nazionale Avvocati interessandomi della persona, delle relazioni familiari e i dei minorenni. Dal 2014 ho portato avanti campagne informative e di sensibilizzazione dei diritti del malato e della corretta informazione dei familiari, ricoprendo il ruolo di Presidente del Comitato dei familiari del San Raffaele di Cassino. Tra le ultime attività che mi hanno visto imperniata, mi piace ricordare il lavoro di consulenza e ricerca svolto con l’associazione M.A.R.I.A., e non ultimo il un protocollo d’intesa (“Fragilità in rete”) tra associazioni ed enti del Terzo Settore operanti sul territorio. La scelta di aderire all’associazione italiana Tumore al seno metastatico NOI CI SIAMO è stata la naturale prosecuzione di un cammino iniziato alla fine del 2012, quando vita professionale e familiare si sono unite. In conseguenza dell’ictus ischemico che ha colpito mio padre mi sono ritrovata ad essere il suo amministratore di sostegno e rivestire il doppio ruolo di professionista ed utente. Ho constatato che tutti siamo potenzialmente esposti alla fragilità e dunque vulnerabili. La fragilità può coinvolgerci in modo momentaneo o permanente, ma va intesa come portatrice in sé di un valore e non soltanto come una debolezza, poiché rappresenta una fase della vita, che è degna di essere vissuta in ogni suo aspetto. Occorre dunque un cambiamento radicale dell’impostazione dominante di pensiero, anziché elaborare delle azioni di contrasto alla fragilità – al pari di un nemico da sconfiggere - è necessario partire proprio dalle fragilità, comprenderle, conoscerle, condividere le proprie esperienze per tentare di realizzare comunque il proprio progetto di vita. Utili ed indispensabili a tal fine sono la diffusione di una corretta informazione e la costruzione di una rete di relazioni pronte a sostenere i soggetti coinvolti in tali situazioni, per evitare che si isolino e rinchiudano in sé stessi. Se da un lato ho dovuto riconoscere che - come scriveva Mimma Panaccione nel blog di Repubblica – tutti abbiamo una scadenza; dall’altra ricordare che – come affermava Seneca - la vita è come una commedia: non importa quanto è lunga, ma come è recitata.

 

marinaPresidente: Marina la Norcia
Art director di un’agenzia di comunicazione.
 
Io scelgo di sostenere il Progetto Noi Ci Siamo per seguire gli obiettivi prefissati dall’Associazione, concordati e condivisi con tutti i soci. Ritengo che sia doveroso impegnarsi nella nostra società per accrescere la rilevanza di argomenti come la tutela della salute e la cura e l’assistenza del malato. Rappresenterò questa associazione con grande determinazione, passione ed energia. Questo è il modo che io ho scelto per sentire Mimma accanto, perché nel momento in cui ho incontrato un’anima libera ho provato un grande senso di benessere ad esserle vicino. Per me, Lei rimarrà sempre il Presidente di questa associazione, io raccolgo il testimone e mi farò portavoce delle donne che curano il IV stadio del tumore al seno poiché queste abbiano sempre attenzioni e sostegno. Intendo adoperarmi per portare aventi i diritti di tutte le donne, per poter un giorno abbattere le barriere che oggi ci limitano e lo farò bussando alla porta delle istituzioni che possono certamente fare tanto per aiutarci in questo nostro intento.

 

Segui tutte le nostre news ed eventi

Ultime News

news

Chianciano Terme Ottobre 2018 "Donna sopra le righe"

10 - 10 - 2018

Leggi tutto
news

Giornata Nazionale Tumore al Seno Metastatico

04 - 10 - 2018

Leggi tutto
news

Kairos una notte speciale, in tanti hanno detto "presente" per Mimma

02 - 10 - 2018

Leggi tutto

Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale. (Harvey B. Mackay)

iscrizioni